IL CUCCIOLO DI PASTORE TEDESCO è un animale estremamente intelligente,curioso e pasticcione. Ogni occasione è buona per mettersi nei guai. Divora oggetti di ogni tipo, rosicchia i fili elettrici, rovescia latte di vernice, ingoia lumachicidi, beve l’antigelo dell’auto, cade da muretti, ecc.. State molto attenti a non lasciare in giro niente di pericoloso, perché terra, legno, stoffa, sabbia, mattoni sono digeribili, ma plastica, sassi, gomma, ferro sono pericolosi. Questo suo comportamento è dettato dal desiderio di esplorazione del mondo e non va represso, smetterà da solo, semplicemente togliete di mezzo le sostanze nocive.


IL CUCCIOLO::: DOVE LO TENGO, QUANDO LO COMPRO, QUANTO E COSA MANGIA

Finalmente il cucciolo sognato è tra le mie braccia, ma perchè mugola e come lo trasporto e dove lo tengo stasera, quanto deve mangiare, e sarà triste senza mamma e fratellini?

Per rendervi la vita più facile, ecco alcuni consigli.

Le abitudini della prima settimana sono quelle che restano tutta la vita.

DOVE

Decidete se il cane starà in casa o in giardino. Non si può tenere una notte il cucciolo a dormire in camera da letto e il giorno dopo buttarlo fuori.

IN GIARDINO

Il pastore tedesco in giardino cresce sano e forte e, se abituato, resiste a tutte le temperature più rigide, senza necessità di cucce o di coperte. L'unica avvertenza è che, specie da cucciolo, stia all'asciutto. Deve avere un box con pavimento in legno, completamente coperto, in modo da non poter andare a dormire nell'unico punto in cui piove. La parete a nord deve essere chiusa, gli altri lati possono essere in rete, la cuccia non è necessaria. Si consiglia di mettere un mucchietto di segatura o di trucioli di legno, per facilitare le pulizie giornaliere, senza dover ricorrere all'acqua.

Il cucciolo troverà da mangiare e da bere sempre nel box, ci passerà la notte e le ore in cui non c'è nessuno in casa per dargli un'occhiata. Fate attenzione quando aprite il cancello, controllate che non ci siano pericoli (buchi nella recinzione, topicidi, lumachicidi, concimi ecc.). Ricordate che qualsiasi oggetto lascerete in giardino verrà ridotto in minuscoli pezzetti. Non lasciate in giro palloni o giochini di plastica, perchè verranno divorati. I sassi e la ghiaia sono pericolosi, se ingeriti. Il legno, la terra, la sabbia, il bucato, l'erba e i vostri fiori preferiti sono innocui. 

Dedicate un po' di tempo tutti i giorni al vostro pastore tedesco perchè, ricordatevelo, lui vive per voi.

IN CASA

I cuccioli di pastore tedesco cresciuti in casa sono molto felici, diventano molto intelligenti e umani. Non si riesce a farli dormire da soli in una stanza, perchè piangono troppo (cosa che non accade se lasciati in giardino) e bisogna portarli in camera da letto. Non abituateli sul letto, perché poi crescono! 

Potete abituare il cucciolo ad essere pulito nel giro di una settimana se lo fate uscire ogni tre ore (quattro di notte) e non lasciate sempre l'acqua a disposizione. Ricordatevi che dopo mangiato o bevuto, qualcosa succede sempre. Gli obbiettivi preferiti sono i tappeti. Ma il cane non sporca dove dorme, così almeno la camera da letto sarà al sicuro. IL cucciolo non va mai sgridato quando sporca in casa, perché penserà che è proibito in generale e la farà solo di nascosto. D'altra parte lui non può proprio trattenersi. Bisogna invece lodarlo quando si libera all'esterno. In breve tempo sarà capace di trattenersi per periodi sempre più lunghi.

Togliete i tappeti e tutti gli oggetti che può ingoiare, fate attenzione ai detersivi e mettete in un luogo sicuro le scarpe.

Non dategli da mangiare quando siete a tavola.

Dopo il primo mese di tempesta avrete con voi il più caro e affezionato amico de mondo.

QUANDO

Il momento migliore per comprare un cucciolo è quando avete tempo e voglia per accudirlo. Ogni stagione ha i suoi vantaggi e svantaggi.

ESTATE

PRO---In estatele giornate sono più lunghe e ci sono maggiori occasioni per giocare col cucciolo.

CONTRO---La crescita è più rapida e questo può comportare maggiori problemi alle articolazioni, episodi di disturbi intestinali sono più frequenti, spesso si verificano attacchi da parte di parassiti esterni (zecche, pulci ecc).

INVERNO

PRO---In inverno la crescita è più lenta e questo giova a un corretto sviluppo della articolazioni, l’appetito è maggiore, non ci sono parassiti, lo stato di salute generale è ottimo.

CONTRO--- Le giornate sono corte e si passa meno volentieri tempo con il cucciolo.

PRIMAVERA-AUTUNNO

Sono stagioni a sorpresa perché possono essere bellissime o disastrose se si mette a piovere per lunghi periodi.

QUANTO E COSA

Quanto e cosa deve mangiare il cucciolo di pastore tedesco?

Inizialmente seguite le istruzioni che vi darà l’allevatore.

Noi consigliamo 2/3 pasti al giorno di Royal Canin Maxi Junior (va bene anche un puppy Eukanuba o Hill’s). Il cibo non va lasciato a disposizione. La quantità consigliata può essere modificata secondo lo sviluppo del cucciolo. Non aggiungete integratori ai mangimi secchi.

A cinque mesi potete decidere se restare con l’alimentazione a crocchette o se portare il cane a un cibo tradizionale. Avete tre alternative.

Dieta numero 1. Continuare col mangime junior fino a 12 mesi poi con adult (noi consigliamo il German Shepherd o l’HE Pro della Royal). Somministrare secchi o inumiditi divisi in due pasti.

Dieta numero 2. Passare gradualmente ad una alimentazione tradizionale composta da riso, pane, pasta, fiocchi di cereali con l’aggiunta di una buona quantità di carne semigrassa (manzo, cavallo, pollo, tacchino, minimo 500 gr.), con integrazione di calcio e sali minerali. Somministrare inumidito in un solo pasto al giorno. Ogni tanto si aggiunge un uovo sodo con il guscio, un pezzetto di parmigiano, una mela da rosicchiare.

Dieta numero 3. Usare la dieta numero 1 e la numero 2 al 50%. Cioè creare un miscuglio di crocchette, carne e cereali, mantenendo le proporzioni. Un solo pasto al giorno è sufficiente.

Non cadete nella tentazione di dare solo carne e crocchette, perché si verificherebbero gravi squilibri nello sviluppo !! Se siete dei pasticcioni scegliete la dieta numero uno.